Immigrazione: un problema o una risorsa?
 

 

Percorso interculturale anno scolastico 2003-2004

Materie coinvolte: italiano, storia, diritto e religione

Docente: Mariagrazia Babusci

Classe coinvolta: 4A costruzioni aeronautiche

PREMESSA

La crescente rilevanza che i flussi migratori stanno assumendo nel nostro Paese ci spinge a non eludere questa problematica ,che coinvolge la funzione formativa della scuola nel trattare la complessità del mondo attuale. E' facile rilevare, partendo dalla nostra esperienza quotidiana, come si viva in un mondo sempre più interconnessso, con crescenti flussi di persone, beni e informazioni.
Queste relazioni sono caratterizzate da forte asimmetricità e da profondi squilibri; la conseguenza di questi squilibri sono i flussi migratori, che determinano nel nostro Paese problemi di ordine amministrativo e giuridico per un verso, e una vera risorsa, grazie all'incontro e al contributo di culture diverse,per un altro.
La finalità del percorso interculturale è quella di sensibilizzare gli studenti al valore positivo del rapporto con l'altro nella società multiculturale, per affermare la cultura del dialogo, del rispetto reciproco e della solidarietà . In tale ottica si è cercato di riportare il fenomeno in un'ampia prospettiva spazio-temporale, cogliendone gli aspetti traumatici, ma anche scoprendo gli assetti sociali, culturali ed economici più ricchi che ne sono derivati, anche al fine di contrastare la percezione diffusa che questo sia un fenomeno sconvolgente e fortemente disgregante. L'obiettivo precipuo è stato quello di contrastare atteggiamenti discriminatori nei confronti degli immigrati, attuando una rottura degli stereotipi, attraverso la conoscenza reale del fenomeno.
Inoltre il percorso è stato inserito in un progetto più vasto, proposto dalla Regione Piemonte dal titolo “Cittadinanza europea e Diritti Umani”. Nell'ambito di tale progetto sono state organizzate tre conferenze dibattito( nella prima è stato presentato e commentato il Dossier Caritas 2003 sull'immigrazione italiana, negli altri due incontri, Valentina Colombo,docente di islamistica pressso l'Università di Bologna, ha parlato di Islam e Diritti Umani e del rapporto Islam-Europa.) che hanno suscitato tra gli studenti accesi ma produttivi confronti.

Prerequisiti:
Oltre alle competenze indispensabili per frequentare la classe IV,saper leggere e interpretare grafici e tabelle; conoscenze essenziali in merito a inflazione demografica, decolonizzazione del terzo mondo, squilibrio Nord-Sud e limiti dello sviluppo.

Obiettivi formativi:

  • Individuare i legami tra contesto storico-sociale e emigrazione, tra disagio sociale ed emigrazione.
  • Riflettere sull'integrazione tra culture diverse.
  • Ridurre la visione etnocentrica della storia

Obiettivi cognitivi e competenze :

  • Saper riconoscere e comprendere sistemi culturali diversi
  • Riconoscere la relatività del sistema culturale di appartenenza
  • Saper riconoscere lo stereotipo, conoscendo il percorso da cui esso è generato
  • Conoscere le reali dimensioni del fenomeno migratorio in Italia
  • Conoscere le scelte sul piano amministrativo e giuridico con cui l'Italia e altri Paesi europei rispondono al fenomeno migratorio
  • Analizzare e comprendere testi letterari significativi di scrittori italiani e stranieri

Fasi di lavoro

  • Avvio della discussione, prendendo spunto da una ricerca - intervista pubblicata su Focus n.132 (ottobre 2003) dal titolo “ 21 risposte per convivere meglio ”. Dibattito in classe sui “limiti” concessi agli stranieri sul nostro territorio, su quello che prevede la nostra Costituzione , sui costi dell'immigrazione, su vantaggi e svantaggi della convivenza.
  • Somministrazione di un questionario di percezione del fenomeno migratorio, per evidenziare gli stereotipi, l'enfatizzazione del fenomeno, gli atteggiamenti diffusi di rifiuto o di tolleranza. Confronto tra i dati emersi dalle risposte degli studenti e i dati reali riportati dal dossier Caritas 2003. Discussione. Molto utili sono risultati i commenti dei Dati Caritas 1997 e 1998 di Maddalena Tirabassi (vedi in Srumenti).
  • Presentazione in Aula Magna del Dossier Caritas 2003, discussione
  • Video “Amistad”( regia di Steven Spielberg . Durata: 155' USA, 1997 ). (vedi scheda del video)
  • Riflessioni sul film, dibattito in classe
  • Fase dell'informazione, utilizzando:
    1. i testi di Ada Lonni sul fenomeno storico delle migrazioni, sui cambiamenti dei flussi migratori a partire dal 1973, sull'attuale migrazione in Italia sui possibili vantaggi della convivenza. Infine è stata analizzata la legislazione in Italia. La prima legge in materia, la “Turco- Napolitano”, è stata approvata nel 1998 dallo schieramento di centro-sinistra. È stata sostituita nel 2002 dalla legge numero 189, cosiddetta “Bossi- Fini”, votata dalla nuova maggioranza di centro-destra. Per valutare la conoscenza e la comprensione dei contenuti trattati, sono state assegnate domande scritte, a risposta breve,
    2. i testi di Nunzio Famoso sui movimenti migratori, la diversità e la convivenza,
    3. i testi di Maddalena Tirabassi sull'immigrazione in Italia,
    4. lezione dell'insegnante sui flussi migratori.
  • Lettura ed analisi di alcuni brani tratti dal saggio di Stella “L'orda” per evidenziare la persistenza di atteggiamenti di intolleranza in ogni epoca e verso tutti gli stranieri.
  • Lettura e analisi di brevi racconti scritti da narratori stranieri, che evidenziano lo stato di precarietà e di emarginazione in cui spesso vivono gli immigrati. Dibattito in classe.
  • Mappa concettuale , costruita in classe per evidenziare le tappe del percorso, sui fattori che determinano il progetto migratorio, sull'evoluzione e sul successo o insuccesso del progetto migratorio.
  • Verifica, tema-saggio sul tema dell'immigrazione attuale in Italia.

Tempi:

il percorso ha richiesto 12 ore curricolari di lezione, 3 ore per la visione del film, 6 ore di conferenze tenute da esperti esterni e 3 ore per la verifica finale. Totale 21 ore.

Strumenti:

Video “Amistad “di di Steven Spielberg;
Ada Lonni Mondi a parte.Gli immigrati tra noi, Paravia scriptorium, Torino 1999 pp.71-76;pp.81-89.
Ada Lonni I diritti di chi non ha diritti. Migrazioni di ieri e di oggi, Edizioni dell'Orso, Alessandria 1995, pp. 4-8.
Ada Lonni I diritti di Odisseo. Appunti sparsi in materia di immigrazione, Edizioni dell'Orso, Alessandria 1998
Gian Antonio Stella, L'orda. Quando gli albanesi eravamo noi, Rizzoli, Milano 2002.
Pap Khouma, Io venditore di elefanti , Garzanti 1990,pp.11-13.
L'equilibrista di Christiana de Caldas Brito da: Sangiorgi, Ramberti, Destini sospesi di volti in cammino; Fara editore, Santarcangelo di Romagna 1998 pp.157-161.
Ana de Jesus di Christiana de Caldas Brito da: A. V. Le voci dell'arcobaleno Fara editore, Santarcangelo di Romagna 1995.
Dossier Statistico 2003, Caritas
Commenti ai Dossier Statistitici Caritas anni 1997 e 1998 a cura di Maddalena Tirabassi.

Siti Web consultati

www.italians-world.org ( sito della Fondazione Agnelli)
www.forumitmondo.it (ricco di notizie sulle comunità italiane nel mondo)
www.ilgrappolo.it ( recensioni sui testi degli scrittori migranti)

www.caritasitaliana.it
www.emigranti.rai.it (sito RAI dedicato all'emigrazione)
www.disp.let.uniroma1.it/basili2001/ (Sito di Basili, banca dati sugli scrittori immigrati, curato dal prof.Unisci dell'università La Sapienza di Roma.)